36 anni, inizia a studiare con il suo maestro le Danze Folk, in particolar modo quelle Romagnole ed inizia a gareggiare a livello agonistico, vincendo innumerevoli competizioni tra cui vari Campionati Italiani, regionali e internazionali. Più tardi la conoscenza e l’incontro con la Pizzica segneranno per Alessandro una grande svolta. Frequenterà alcuni tra i principali esponenti e ballerini nell’ambito della Pizzica, attraverso stage, studi personali e conoscenze dirette, attraverso viaggi di studio nel Salento e la danza prenderà per lui un aspetto completamente diverso, molto più profondo, non più solo a livello tecnico, ma soprattutto a livello di pura espressione dei sentimenti e dell’anima. Con la Pizzica Salentina volerà all’estero e vincerà il premio come migliore coreografo internazionale, dirigendo più di 250 ballerini nella stessa coreografia.