Se Sapessi Contare

di Angela Guardato


Un libro di poesie.
Versi nati per toccare e commuovere il cuore. Primo fra tutti il mio. Spero anche il vostro.
Con questo intento camminano queste righe, su binari lunghissimi.
Forse infiniti. E, di quando in quando, fanno una sosta.
A voi la decisione di salire o meno su questo treno, e fare un giro, che probabilmente vi renderà persone un po’ diverse da quelle che eravate, prima di salire. Perché nulla di ciò che accade, ci lascia mai davvero indifferenti.


Se sapessi contare.
Conterei i momenti unici,
i respiri trattenuti e gli amori evitati
con grande premura e sciocchezza.


ALTRE INFORMAZIONI O LINK UTILI AL LIBRO:

 10,00

COD: ISBN 978-88-98530-01-4 Categorie: ,

About The Author

Angela Guardato

Nasce nel 1975 a Pesaro, dove cresce e tuttora risiede. Diplomatasi al Liceo Linguistico della sua città e poi laureatasi in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Urbino, consegue a Macerata l’abilitazione per l’insegnamento S.S.I.S. per la propria classe di concorso (A050) e per il sostegno. Dal 2005 è docente precaria presso il Liceo Artistico di Pesaro.
Ha partecipato a serate di poesia il cui ricavato era devoluto in beneficenza, come “Tamburi di Parole” a Fano (2000) e ha vinto alcuni premi: il corso di scrittura creativa a Bologna, tenuto dal prof. Guido Armellini in seguito al concorso letterario “Coop for Words” (2004) e si è classificata al primo posto per il premio letterario “Il Simposio”, Buccino (SA), sezione “Diritti umani”, con il racconto “Continuo a canticchiare” (2007).
ha pubblicato alcuni scritti su antologie di poeti, raccolte di racconti e riviste locali, quali “Lo Specchio della Città” di Pesaro, “I racconti di San Nicola” (Banca delle Marche, 1998), “Storie d’Amore” (Ediz. Centocinquanta libri, 2007), “Urbino e contaminazioni” (Ass. Cult. Open House, 2010). Ultimamente sono stati pubblicati due sue racconti nelle antologie “1000 Parole: Racconti brevi da gustare” (2012) e “Racconti di Natale” (2012) con la casa editrice Montecovello. Al momento sta lavorando a una raccolta di racconti.
Scribacchina a tempo perso, lunare, indecisa e dubbiosa. Amante di E. Munch, C. Pissarro e A. Wieth; di Dante e Leopardi; di A. Kristof, C. Lucarelli e M. Kundera; di F. Truffaut, Kim Ki-Duk e W. Wenders; del cinema d’autore e d’avanguardia; di tutti gli animali e delle passeggiate con il suo cane Lucky; di Platone, Socrate e Schopenauer, della matematica, che però conosce poco; delle costellazioni, delle scienza e dei tanti misteri (non teologici) dell’universo.