23:58. Ventitreecinquantotto

di Marco Morena


Tutti abbiamo la consapevolezza che la vita sia un percorso da affrontare fino in fondo, qualunque esso sia. Anche Leo, giovane ed affermato architetto, ne è convinto fino al giorno in cui la vita lo mette alla prova, un confronto senza esclusione di colpi con la sua anima, il suo dolore.


“Avevo paura di aprire gli occhi e scoprire di avere sognato, invece sei qui, sei vero, tutto per me”.
Lui la prese in braccio, salì le scale e si adagiarono sul letto tornando ad amarsi. Il tempo questa volta, stanco di correre, si fermò regalando ai due amanti una lunga,
interminabile notte d’amore.


ALTRE INFORMAZIONI O LINK UTILI AL LIBRO:

 

 15,00

Categorie: ,

About The Author

Marco Morena

Marco Morena

Marco Morena, di radici Cantianesi, nasce a Cagli (Pesaro-Urbino) il 31 marzo 1961 e vive e lavora ad Ancona. Appassionato di storia e dell’evoluzione sociale, spinto da pura passione, ha condotto ricerche storiche e negli anni 1995-96 ha frequentato un corso di antropologia. Nello stesso periodo riprende a scrivere poesie. Nell’ottobre 2010 pubblica la silloge dal titolo “Inferno e ritorno. Amore canta” – edito da Gruppo Albatros – che ottiene subito un buon successo di pubblico e critica. Ad agosto 2011 partecipa in veste di autore alla 8^ edizione del recital di poesia e musica “Di… vento poesia”, tenutosi al Teatro Comunale di Cagli (PU). Nel novembre 2011 pubblica con la casa editrice Comunication Project (Giaconi Editore) di Recanati il suo primo romanzo intitolato “23:58. Ventitreecinquantotto”, molto apprezzato da critica e lettori.
Nel maggio 2012 il romanzo è presentato anche al XXV Salone Internazionale del Libro di Torino. Ha pubblicato racconti brevi, collaborando con siti internet di racconti on line. Ultima creazione una commedia comica in vernacolo anconetano dal titolo “Belardo Strambo”.

Premi conseguiti:

luglio 2011: vincitore del concorso nazionale di poesia “Versi in Volo” con la poesia inedita “Tocco di piuma” pubblicata nell’antologia “Versi in Volo”;
ottobre 2011: finalista nel concorso nazionale di poesia e narrativa “Premio Valentina” conseguendo il Diploma di Merito della Giuria con la poesia “A mia figlia” tratta dalla silloge “Inferno e ritorno. Amore canta”;
novembre 2013: 1° segnalato dalla Giuria al XXIX concorso nazionale di poesia e narrativa “Riviera Adriatica” con la poesia “Canto d’Amor silente”;
ottobre 2014: 1° segnalato dalla Giuria alla IX^ edizione del Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa “Poesia Onesta” nella sezione Narrativa con il racconto “Laura nel cuore”;
ottobre 2014: 3° classificato al XXX° Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa “Riviera Adriatica” nella sezione narrativa con il racconto “Laura nel cuore”;
gennaio 2016: segnalato dalla Giuria alla I^ edizione del Premio Letterario “Tempo della Poesia” nella sezione Narrativa con il racconto “Dea” pubblicato nell’antologia “Tempo della Poesia”.