Luigi Finucci

Luigi Finucci è nato il 15 maggio 1984 a Fermo, dove risiede. Scrive poesie da sempre, una passione che nasce dal bisogno di esternare le sensazioni e gli stati d’animo che spesso si scontrano con la realtà circostante, altre si fondono con scenari idilliaci. Dopo i primi approcci alla scrittura poetica, è nata in Finucci anche l’esigenza di dare importanza alla scrittura, di ricercare valenza salvifica nella parola. I maggiori successi sono arrivati negli ultimi anni con la pubblicazione intitolata “Poesie”, la presenza della sua poesia “Arcobaleni” all’interno dell’antologia “Ele-menti di vita” e nel 2013 e la raccolta di poesie “L’ultimo uomo”, edita dalla Giaconi Editore, silloge intorno alla natura dell’uomo. È stato finalista al concorso nazionale Pelago 968 con la poesia “Cielo di Sarajevo” Nel 2014 è stato poeta in residence al festival “Armonie della sera” insieme ad Eugenio de Signoribus, nei luoghi più suggestivi delle Marche.

Collabora con “Bibbia d’Asfalto: Poesia Urbana e Autostradale”, rivista di poesia contemporanea. I suoi componimenti sono presenti in diverse riviste e blog (“Pastiche Rivista”, “Versante Ripido”, “Words Social Forum”, “Obiettori di parole”,”Poesia: femminile singolare”).

IL PAESE DEGLI ARTIGIANI è il secondo libro di filastrocche, dopo il successo de L’ASPIRANTE ASTRONAUTA.

There are no reviews yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart